Ecomuseo dell’Alta Valle Maira

La Valle Maira conserva ancora una natura selvaggia ed affascinante, un buon patrimonio architettonico ed è un luogo dove vivono molti poeti che contribuiscono a mantenere la creativa tradizione letteraria della lingua occitana.

L’Ecomuseo dell’Alta Valle Maira si propone di valorizzare e far conoscere tutti questi aspetti, dando risalto anche all’inventiva dei valmairesi che in passato hanno saputo creare delle attività di supporto all’agricoltura di sostentamento come i mestieri itineranti, sui sentieri tracciati dalle antiche popolazioni pre-romane. Questa è stata una prerogativa dei popoli alpini ma soltanto in Valle Maira si sono sviluppati mestieri originali ed unici come i venditori di acciughe o “acciugai” ed i “cavié” che lavoravano i capelli per fabbricare le parrucche. Accanto a questi altri più diffusi mestieri hanno avuto importanza e diffusione, tra i quali quelli dei bottai, della lavorazione e trasformazione della canapa, dei bastai e sellai.

Le Cellule Ecomuseali ed i sentieri tematici dell’Ecomuseo vogliono dar risalto, quale tematica trainante, a queste attività, che denotano l’intraprendenza dei valligiani, la loro attitudine al viaggio e al commercio, forse ereditata dalle antiche popolazioni celto-liguri.

Ci piace pensare a questo percorso narrante come ad un ponte attraverso la storia ricca e particolare della Valle Maira, il suo passato, il presente ed il suo futuro.

Comune di Elva
Comune di Marmora
Comune di Celle Macra
Comune di Prazzo
Comune di Macra
Regione Ecomusei Piemonte
Regione Piemonte
Rete Ecomusei Piemonte

Notizie